Storia - Agriturismo il Podere | Vedelago | Treviso
15854
page-template-default,page,page-id-15854,bridge-core-1.0.4,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Storia

A cura dello stagista Alessandro Basso, che gentilmente ci ha inviato la tesina con cui si è diplomato.

(bozza con immagini e testi da sistemare n.d.r)

1. Storia dell’azienda

L’azienda agricola e l’agriturismo Il Podere sono situati a Vedelago in provincia di Treviso, precisamente in via Papa Sarto.

All’inizio l’attività agricola era basata sull’allevamento di vacche da latte e veniva gestita da Delio Cremasco.

A inizio 2000 l’azienda affrontò la problematica delle quote latte e rischiò il fallimento a causa delle salate multe che erano state imposte per l’eccessiva produzione di latte da parte delle aziende.

Immagine 1: L’agriturismo Il Podere

Delio riuscì a superare questa difficoltà grazie all’ aiuto della figlia Susanna e di suo marito Albert. Insieme realizzarono il sogno di gestire un agriturismo(immagine 1), così che questo divenne il punto forte dell’attività e non più la produzione di latte.

2. L’azienda agricola

L’azienda agricola è a conduzione familiare nella quale vengono allevati diversi animali e i campi sono coltivati a seminativo con diverse colture cerealicole come mais, frumento, orzo e soia; sono presenti anche campi di prato stabile.

All’interno dell’azienda è presente una stalla(immagine 2), nella quale si segue la linea

vacca-vitello, ovvero i vitelli vengono lasciati vicino alla propria madre

allattandosi direttamente dalla mammella e le vacche non vengono munte.

Le più belle vitelle femmine nate saranno le future vacche per la riproduzione, oppure andranno all’ ingrasso con i bovini maschi ed utilizzate per la produzione di carne a 22/27  mesi di età.

Questi animali sono incroci di razza chianina, piemontese e marchigiana.

Immagine 2: La stalla      Immagine 3: All’interno della serra

Inoltre l’azienda si occupa anche dell’allevamento di avicunicoli cioè; polli, anatre, oche e conigli.

Per la produzione vegetale è presente una serra(immagine 3) e un orto. Al suo interno vengono coltivati vari ortaggi come; fragole, pomodori, lattuga, zucchine, cappucci, carote e viene utilizzata principalmente nel periodo invernale. La serra è munita di un sistema di irrigazione a caduta.

Nella parte esterna sono presenti ortaggi che richiedo maggiore spazio, ad esempio; patate, meloni, asparagi, cipolle e aglio.

È presente anche un parco macchine per la lavorazione dei campi, precisamente 13ha.

3. L’agriturismo

L’agriturismo Il Podere(immagine 4) è stato fondato nell’anno 2006 ed è gestito da Susanna e Albert.

È stato prima costruito un nesso rustico, cioè una struttura collegata all’azienda agricola con la funzione

produttiva del fondo, e poi trasformato in agriturismo.

Immagine 4: L’agriturismo Il Podere

L’agriturismo è costituito da una cucina, una sala da pranzo, servizi igenici e dalle camere a disposizione dei clienti per alloggiare la notte.

3.1 Le camere

Le camere sono al piano superiore(immagine 5 e 6), la composizione dei letti varia in base alle esigenze del cliente. Al loro interno è presente un bagno con tutto il necessario per l’igiene personale, queste vengono pulite e sistemate ogni giorno garantendo così ordine e pulizia.

Immagine 5 e 6: Le camere a disposizione per i clienti

3.2 La sala da pranzo

La ristorazione è aperta nei weekend e nei giorni festivi, la particolarità del Podere è la sua specializzazione nell’ accoglienza degli animali domestici sia nella sala da pranzo e sia nelle camere.

Inoltre riguardante questo aspetto l’agriturismo possiede un ampio parco recintato nel quale si svolgono i raduni di cani di razza.

Immagine 7: La sala da pranzo

La sala da pranzo può contenere circa 70 persone e la composizione dei tavoli varia in base al numero delle prenotazioni(immagine 7).

Chi alloggia in agriturismo può richiedere la mezza pensione, cioè la possibilità di fare colazione e cena.

In particolare per la colazione è stata fatta un area self-service per i clienti, questo perché durante la settimana alloggiano principalmente operai ed il loro orario di lavoro varia molto alla mattina.

3.3 La cucina

La cucina viene utilizzata per la preparazione degli alimenti da portare in tavola ai clienti(immagine 9).

Viene fatta molta attenzione all’ igiene al suo interno, in particolare durante la preparazione degli alimenti. È composta da un’uscita dalla quale si esce con i piatti pronti e da un’entrata dalla quale si riportano i piatti, le posate ed i bicchieri sporchi,

Immagine 8: L’interno della cucina Immagine 9: Durante la preparazione degli alimenti

é presente tutta l’ attrezzatura professionale necessaria per la produzione dei cibi, come;

frigorifero, abbattitore, microonde, fornelli a gas, lavandini, forno con vapore, lavastoviglie ecc…(immagine 8) e tutti i cibi provengono dall’ azienda e dalla trasformazione PPL.

4. La sala di trasformazione PPL

La PPL, ovvero PICCOLE PRODUZIONI LOCALI è una certificazione per le aziende con un piccolo circolo commerciale, che consente la trasformazione dei prodotti primari agevolando l’agricoltore sotto alcuni aspetti economici.

Questa certificazione permette all’agricoltore di trasformare i propri prodotti in casa aumentandone il loro valore. Si deve affrontare un percorso di formazione e la propria azienda sarà sottoposta a controlli per garantire la sicurezza alimentare alle persone.

Grazie a questa sala PPL(immagine 10 e 11), l’agriturismo Il Podere può trasformare i propri prodotti primari riutilizzandoli poi in cucina oppure vendendoli con l’apposita etichettatura e certificazione PPL.

Immagine 10 e 11: Sala di trasformazione PPL

Sono presenti anche due sale per la stagionatura ad aria degli insaccati.

Alcuni esempi di prodotti PPL del Podere sono; cotechini, salami, salsicce, marmellate, miele confetture, conserve e asparagi in agrodolce.

5. Alcuni piatti dell’agriturismo

Gli alimenti che vengono cucinati e preparati in agriturismo sono tutti provenienti dall’azienda agricola grazie alla certificazione PPL. In caso nell’agriturismo mancassero alcuni prodotti, si possono comunque acquistare prodotti  anche PPL da altre aziende dello stesso territorio.

Immagine 12: Pasta alla carbonara Immagine 13: Ragù di manzo

Gli alimenti più noti e tipici che sono stati preparati durante questo periodo sono stati; la pasta alla carbonara(immagine 12), la tagliata con alcune patate al forno, ragù di manzo utilizzato come condimento per la pasta(immagine 13), la porchetta, pollo al forno, bigoli, tagliatelle e alcuni dolci, tra i quali una crostata semplice, torta di mele, crema brusàda  e la “torta de frisseghe”.

6. Osservazioni e riflessione personale

Questa esperienza di alternanza scuola-lavoro mi è stata molto utile per il mio futuro, il quale era indirizzato alla realizzazione dell’apertura di un mio agriturismo. In queste due settimane ho potuto apprendere e capire personalmente come gestire un’azienda multifunzionale e ampliare il mio punto di vista a nuove iniziative, conoscenze e metodi di lavoro.

Consiglio ad altri ragazzi di affrontare questa esperienza, in particolare perché a mio parere è basata sulla totale passione e dedizione alla propria azienda, avendo un legame più stretto con il territorio e le tradizioni ormai dimenticate.

Alessandro Basso –  Istituto agrario I.S.I.S.S. Domenico Sartor di Castelfranco Veneto(TV)

tesina presentata per l’ esame di Stato a Giugno 2019

Promosso